Il Tornatora

Roma, Pallotta tiene le distanze

di Redazione

Pallotta è in Italia ma a Roma non si fa vedere e non è venuto neppure per l’inizio della stagione. Da lui arrivano solo lettere accorate, comunicati, appelli e anatemi contro i vari mezzi di comunicazione e con la stampa non si confronta dal 16 giugno del 2015. Il presidente non ha voglia di andare incontro a contestazioni e in citta si discute proprio di questo, se Pallotta serve fisicamente qui. Totti, il giorno del suo addio, ha ricordato quanto fosse importante la presenza del padrone e la Roma ha avuto gestioni di questo tipo con Viola e Sensi, gente che controllava che tutte le luci a Trigoria fossero spente prima di tornare a casa. L’ultima visita di Pallotta all’Olimpico risale ad un anno fa e non si è visto né per la presentazione della nuova sede né la sera dell’addio di De Rossi alla Roma. Per molti tifosi lo Stadio è l’unica vera cosa che interessa all’americano e forse questa assenza è anche un messaggio alla Raggi. Ora si trova in Toscana, a due ore dalla Capitale e non era opportuno nemmeno trascinare il suo consigliere Baldini a Roma, altro uomo poco gradito alla piazza. Lo riporta Il Messaggero.