Febbre da derby: polverizzati nel giro di un’ora e mezza i circa 7000 biglietti destinati alla vendita libera per i settori di Curva e Distinti Sud. Con la tribuna Tevere riservata ai possessori della tessera del tifoso, rimane disponibile soltanto la Monte Mario. Gli As Roma Store e i punti vendita Lottomatica sono stati assediati fin dalle prime ore dell’alba. Ieri, intanto, la Roma ha iniziato a preparare la sfida con la Lazio allenandosi a Trigoria a ranghi ridotti. Luis Enrique, infatti, ha dovuto fare a meno di De Rossi, Borini, Viviani, Kjaer, Pjanic, Stekelenburg, Gago e Lamela, impegnati con le rispettive Nazionali. Ritorno previsto in blocco nella giornata di giovedì, eccezion fatta per il bosniaco, atteso in mattinata a Roma e intorno all’ora di pranzo al Fulvio Bernardini. A differenza dei precendeti impegni internazionali, Tancredi è rimasto a lavorare a Trigoria: il preparatore dei portieri, dopo le dimissioni di Capello dalla nazionale inglese, ha risolto il contratto con la Football Association. Bloccato in infermeria Rosi, per un riacutizzarsi del fastidio tra la caviglia e la pianta del piede sinistro. Nulla di grave per il difensore che è stato tenuto a riposo precauzionale. Lavoro al completo, invece, per Osvaldo e Cassetti, puniti con due turni di stop dopo le espulsioni ricevute nella gara con l’Atalanta. La Roma avrà tempo sino a lunedì per presentare ricorso per entrambi: un possibile errore nel referto dell’arbitro lascia qualche aperta qualche speranza di sconto per l’italo-argentino (che comunque dovrebbe essere multato). Atteso in giornata nella Capitale anche l’ad Mark Pannes. Per il momento, il cda per l’approvazione della semestrale resta fissato per oggi pomeriggio. Non è da escludere, però, che all’ultimo momento possa essere rinviato a venerdì.
Il Tempo – Alessandro Austini