Il Messaggero (U.Trani) – Più che lo stallo, è la pazienza a dettare gli step della nuova Roma: Friedkin e i suoi collaboratori sono operativi, da venerdì scorso quotidianamente in contatto con il management di Pallotta, ma l’intenzione è di non farsi prendere dalla fretta nel definire il programma per lo sbarco a Trigoria e soprattutto per la stagione che verrà. Il piano della proprietà entrate, aspettando il closing del 17 agosto, prevede due fasi: innanzitutto c’è quella che deve garantire la continuità aziendale e, con alcune operazioni di mercato in entrata e in uscita, pianificare la vita quotidiana della squadra che tra 16 giorni riprenderà a lavorare; l’altra, invece, è mirata alla rivoluzione interna, con il rinnovamento dello staff operativo.