Roma e Sarri, la chiamata è quella giusta

Corriere della Sera (L. Valdiserri) – La stagione è ancora tutta da decidere e, anche se la Roma si è messa in una situazione molto difficile con la doppia sconfitta contro Parma e Napoli, esiste ancora la possibilità di raggiungere il quarto posto e la qualificazione alla prossima Champions League. In più c’è la strada dell’Europa League, anche se solo la squadra che conquista i trofeo viene promossa al livello superiore, quello che apre il forziere degli incassi, sempre più necessari in tempi di pandemia.

È per questo che i Friedkin non fanno uscire da Trigoria notizie sull’allenatore della prossima stagione. Fonseca ha una clausola per la conferma in caso di qualificazione alla Champions League, ma tutto è possibile: anche che sia il portoghese a cercare un’altra piazza.

In ogni caso la Roma non può farsi trovare impreparata. E quello di Maurizio Sarri è molto di più di che un piano-B. L’ex allenatore di Empoli, Napoli, Chelsea e Juventus ha guadagnato via via il primo posto nella lista dei Friedkin. 

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A