Il Tornatora

Roma, il colpo è doppio

di Redazione

Il Messaggero (S.Carina) – Un centrocampista ma non solo. Nel giorno in cui trova riscontro la volontà di Torreira di lasciare la Sampdoria già a gennaio («Abbiamo rifiutato l’adeguamento che ci è stato proposto – ha rivelato l’agente Betancour a Laroma24.it – l’obiettivo sarebbe quello di andare in un altro club») e va registrato un contatto col Genoa per Laxalt per la prossima stagione, si muove qualcosa in attacco.

IL SASSUOLO SPARA ALTO – Nonostante molto del mercato giallorosso rimanga subordinato ai discorsi intrapresi con il Sassuolo che coinvolgono sia Pellegrini che Defrel (a tal proposito ieri incontro tra le due società: la Roma sta cercando la formula per prenderne almeno uno e si è vista chiedere Tumminello, Seck e Machin, ora a Trapani. Nuovo appuntamento dopo Capodanno anche se la valutazione che dà il club neroverde all’attaccante francese viene ritenuta a Trigoria «fuori mercato italiano») il ds Massara continua a sondare diverse piste e a rimanere alla finestra. Perché nel mercato funziona in questo modo: quello che sembra chiuso un giorno si riapre quello successivo e viceversa.

SPIRAGLIO SPAGNOLO – E così, una possibilità che sembrava essere ormai tramontata, da ieri è tornata in auge. Si tratta di Jesé Rodriguez, esterno offensivo del Psg. Il club parigino è disposto a privarsene e la Roma – insieme ad altre società – si era mossa con largo anticipo per averlo in prestito. Ma il calciatore ha detto no a qualsiasi destinazione, attirato dall’idea di giocare per sei mesi nella squadra della sua città natale, Las Palmas. Sembrava essere una pista abbandonata quando ieri, le parole del presidente del club delle Canarie, Miguel Angel Ramirez, hanno lasciato intendere come invece sia ancora un discorso aperto: «Jesè è un gran calciatore. Vuole venire da noi ma è del Psg e ha uno stipendio molto alto. Anche Liverpool, Milan e Roma lo vogliono e son pronte a pagargli l’ingaggio nella sua totalità. Noi purtroppo non possiamo permettercelo. Siamo in svantaggio rispetto a loro. Non vogliamo creare false speranze». Dichiarazioni che fotografano alla perfezione la situazione: il calciatore ha scelto e vuole il Las Palmas che però non ha i soldi per pagargli lo stipendio (3,5 milioni). O se lo decurta oppure la Roma torna prepotentemente in gioco. Sempre nella giornata di ieri, è circolata la possibilità di un ritorno di Borini nella capitale. Non è la prima volta che accade.

MUSONDA C’È – Oltre a monitorare la situazione di Musonda, rimane in lizza El Ghazi, l’alternativa a Defrel. L’olandese piace molto alla dirigenza giallorossa che vede in lui un prospetto di sicuro avvenire, capace di ricoprire i tre ruoli dell’attacco. L’Ajax è disponibile a cederlo in prestito ma vorrebbe inserire l’obbligo di riscatto a giugno. A Trigoria premono per il diritto. Ostacolo che tuttavia non sembra essere insormontabile. Capitolo cessioni: Torino alla finestra per Iturbe. Intanto i granata hanno chiesto Skorupski per giugno.