Il Tornatora

Roma, capitano multiuso. Florenzi è da formula sei

di Redazione

Da quando è tornato a Roma nel 2012 dopo l’esperienza al Crotone, Florenzi si è messo a disposizione di tutti e sette gli allenatori che ha avuto in giallorosso e quasi sempre una collocazione l’ha trovata. Ha dimostrato di cavarsela in ben sei ruoli diversi riuscendo ad essere il sogno di tanti tecnici: essere il jolly sempre utile per tutti i giochi. Da esterno d’attacco a destra a terzino di spinta il passo sembra breve, poi ha piedi d’inserimento che gli hanno consentito di fare la mezzala e in alcune stagioni si è avuta anche la possibilità di vederlo come trequartista alla Perotta, ruolo che non ha avuto seguito. Ora si è iscritto all’albo dei terzini anche se al derby, prima dell’infortunio di Zappacosta, era schierato come esterno d’attacco. Anche la riconciliazione con la Curva Sud ha avuto il suo peso. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.