Il Tornatora

Incontro per le curve tra Gabrielli, D’Angelo, Roma, Lazio e CONI a Palazzo Valentini. Baldissoni: “Abbiamo siglato un accordo di programma per migliorare la fruibilità dello stadio. I tifosi? Li aspettiamo” – D’Angelo: “Le barriere per quest’anno non saranno tolte” – FOTO e VIDEO

di Redazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pagine Romaniste (F.Biafora) – A Palazzo Valentini si riunisce il comitato per l’ordine e la sicurezza. Ci potrebbero essere delle importanti novità riguardanti l’ingresso dei tifosi allo stadio, la presenza delle forze dell’ordine all’interno dell’impianto sportivo (ridotta all’osso), il ruolo degli steward, che numericamente verranno molto potenziati e si occuperanno dei controlli interni, e anche per il monitoraggio sugli striscioni, che non spetterà più direttamente alla Questura ma verrà “mediato” da un dirigente delle società sportive, che tratterà in prima linea con i tifosi. Al tavolo il prefetto Gabrielli, il questore D’Angelo (con il capo di Gabinetto Massucci), la Lazio (è atteso il presidente Lotito), la Roma (con il dg Baldissoni), il Coni (ci sarà Diego Nepi), Sebino Nela, il capo della sicurezza Gombar e il responsabile ticketing della Roma Feliziani.

LIVE

Ore 19.42 – Esce il comunicato dell’accordo tra Roma, Lazio, Coni e Questura di Roma. Più stewards ma meno polizia.

Ore 18.56 – All’uscita anche il Questore D’Angelo rilascia qualche dichiarazione: “Abbiamo firmato un protocollo di intesa con le società, con il Coni e con il Prefetto, il comitato monitorerà questo percorso che abbiamo iniziato costantemente e il comportamento delle tifoserie. Con questo protocollo stiamo cercando di restituire lo stadio alle famiglie e cittadini in modo da poter essere usufruito nella maniera migliore. Sono stati previsti degli step che prevedono una maggiore qualificazione degli steward con una maggiore presenza in alcuni punti ed una migliore distribuzione delle forze di polizia. Nello stesso tempo il percorso per un contatto tra i tifosi e supporters della squadra individuati dalle società attraverso quello che loro ritengono più meritevoli o che siano dotati di un certo carisma che possano dialogare con le società. Quindi non più rivolgendosi alla polizia ma attraverso le società. Questo è un passo significativo. Poi abbiamo ribadito che allo stadio vanno rispettate le regole e un vivere civile da parte di tutti e per tutto l’anno continueranno queste misure con questa variazione che va verso una migliore fruibilità dello stadio. Lo stadio non è solo barriere, sono state messe perché le Curve in quel modo non andavano bene. Intanto per quest’anno non si toglie nessuna barriera. Un domani, se ci saranno le condizioni da parte delle tifoserie verso questo percorso virtuoso, valuteremo. Dico domani che può essere fine campionato, l’anno prossimo. Vedremo quest protocollo cosa avrà sortito e valuteremo anche uno stadio senza barriere, ma questo è un discorso proiettato nel tempo, non è un problema di adesso. Adesso quello che serve è venire insieme a trovare una migliore fruibilità dello stadio Olimpico e dare la possibilità alla società di svolgere quei competi che devono necessariamente essere svolti. Questo protocollo è stato stilato anche con le società è stato accettato, è stato fatto anche un comunicato stampa. Lo stadio è del cittadino, dentro lo stadio ci si comporta bene con rispetto delle regole, vogliamo estirpare i violenti e chi non rispetta le regole. Non c’è nessun danno, nessuno ha vietato niente e l’ho ripetuto duemila volte. Le curve contengono tot persone e ognuno deve rispettare il proprio posto e tutto deve essere svolto nel migliore dei modi. Sono vietati striscioni non autorizzati, torpiloqui contro lo Stato, fumogeni, petardi. Le barriere evitano queste cose perché la Curva è stata ridotta dalle 11mila persone che conteneva. Ogni partita gli scavalcamenti erano una cosa grave e tutte le uscite di emergenza erano bloccate dai tifosi “.

Ore 17.57 – L’incontro è terminato e tutti i presenti sono usciti. Verrà emanato un comunicato congiunto. Baldissoni: “Uscirà un comunicato ufficiale che sta scrivendo il comitato nel quale leggerete il lavoro che è stato fatto negli ultimi mesi che ha portato alla sigla di un accordo di programma per migliorare la fruibilità dello stadio al fine di intraprendere un discorso positivo per cambiare un po’ l’attuale situazione organizzativa. Ma ripeto ora uscirà un comunicato e lasciamo alle autorità di poter esprimersi. I tifosi? Li aspettiamo“. Lotito: “Uscirà un comunicato“.

Ore 16.57 – Arriva anche il Presidente della Lazio Lotito che litiga con l’inviato delle Iene.

Ore 16.35 – All’incontro sono presenti anche Armando Calveri, SLO della Lazio. Angelo Cragnotti, biglietteria Lazio, Sergio Pinata, sicurezza Olimpico Lazio.

Ore 16.30 – Presenti all’appuntamento il CEO Zanzi, il DG Baldissoni e il Questore D’Angelo.

Ore 16.28 – Arriva Diego Nepi per il Coni.

Ore 16.15 – Arrivano a Palazzo Valentini Nela, Supporter Liason Officer, e Feliziani, responsabile ticketing della Roma.