Ranieri sfata il tabù: non batteva la Sampdoria in Serie A da 28 anni. Per De Rossi 15° campionato su 17 disputati con almeno un gol all’attivo

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – C’è ancora vita. La Roma a Genova strappa 3 punti fondamentali, con le unghie e con i denti, rilanciandosi nella difficilissima corsa al 4° posto in classifica che vale la qualificazione alla prossima Champions League. I giallorossi non vincevano fuori casa dal 24 febbraio (3-2 a Frosinone) e non mantenevano la porta imbattuta dal match del Bentegodi contro il Chievo di due settimane prima (vittoria per 3-0). L’ultimo 1-0 esterno risaliva al 19 agosto 2018. Avversario, il Toro di Walter Mazzarri.

Gran bella soddisfazione per Claudio Ranieri, che torna a vincere in trasferta sulla panchina giallorossa. Era accaduto l’ultima volta il 16 gennaio 2011: 1-0 al Manuzzi di Cesena, autorete decisiva in extremis del difensore Maximiliano Pellegrino. Il tecnico testaccino sfata un particolarissimo tabù. In Serie A non batteva la Sampdoria addirittura da 28 anni. Ossia dai tempi in cui guidava il Napoli: 3 novembre 1991, 2-1 al San Paolo firmato Zola e Careca. Autogol di Blanc per gli ospiti. Da allora ebbe inizio una lunghissima serie di 15 confronti tra Ranieri e i blucerchiati senza nemmeno una gioia per l’attuale mister giallorosso: 11 pareggi e 4 trionfi doriani. Alla guida della Roma, l’ex mago del Leicester aveva ottenuto un pari (0-0, dicembre 2009) e due sconfitte (doppio 1-2, aprile 2010 e gennaio 2011) in 3 sfide contro i liguri.

Il condottiero. La guida saggia e rassicurante. Semplicemente, il carisma fatto calciatore. Daniele De Rossi, nel momento più delicato, prende per mano la Roma e la spinge verso i 3 punti con un gol fortunoso ma essenziale, che riporta i giallorossi in orbita Champions. L’esperto centrocampista, quasi 36enne, sale a quota 63 reti complessive con la maglia del suo cuore, vestita per la prima volta in Serie A il 25 gennaio 2003 (a Piacenza, campo neutro, contro il Como). Quello, per Daniele, fu il primo di 17 campionati disputati con la Roma. Solo in due di questi (2003-2004 e 2012-2013) non è riuscito a realizzare nemmeno un gol, andando sempre a segno nei restanti 15. Il suo record di marcature in un singolo torneo risale al 2009-2010: 7 in 33 presenze. Fu proprio l’anno dell’esaltante cavalcata romanista, con tanto di tricolore sfiorato, guidata in panchina da Claudio Ranieri.

I 15 confronti consecutivi in Serie A tra Ranieri e la Sampdoria senza vittorie del tecnico testaccino
1991-1992: Sampdoria-Napoli 1-1
1994-1995: Fiorentina-Sampdoria 2-2
1994-1995: Sampdoria-Fiorentina 2-2
1995-1996: Sampdoria-Fiorentina 2-1
1995-1996: Fiorentina-Sampdoria 2-2
1996-1997: Fiorentina-Sampdoria 1-1
1996-1997: Sampdoria-Fiorentina 1-1
2006-2007: Parma-Sampdoria 0-1
2007-2008: Juventus-Sampdoria 0-0
2007-2008: Sampdoria-Juventus 3-3
2008-2009: Sampdoria-Juventus 0-0
2008-2009: Juventus-Sampdoria 1-1
2009-2010: Sampdoria-Roma 0-0
2009-2010: Roma-Sampdoria 1-2
2010-2011: Sampdoria-Roma 2-1

Presenze e reti per De Rossi nei suoi 17 campionati consecutivi da giocatore della Roma
2002-2003: 4 presenze/2 gol
2003-2004: 17 presenze/0 gol
2004-2005: 30 presenze/2 gol
2005-2006: 34 presenze/6 gol
2006-2007: 36 presenze/2 gol
2007-2008: 34 presenze/5 gol
2008-2009: 33 presenze/3 gol
2009-2010: 33 presenze/7 gol
2010-2011: 28 presenze/2 gol
2011-2012: 32 presenze/4 gol
2012-2013: 25 presenze/0 gol
2013-2014: 32 presenze/1 gol
2014-2015: 26 presenze/2 gol
2015-2016: 24 presenze/1 gol
2016-2017: 31 presenze/4 gol
2017-2018: 22 presenze/1 gol
2018-2019: 16 presenze/1 gol – PROVVISORIO