Il Tornatora

Ranieri avvisa la Lazio: “Nove anni fa i tifosi vi chiesero di scansarvi. Adesso vigili la Lega”

di Redazione

In una città come Roma in cui il derby dura tutto all’anno, che cosa c’è di strano che i dietrologi siano in servizio permanente? Certo, è il passato che a volte porta a pensar male, e da questo punto di vista il precedente di quel Lazio-Inter del 2010 è puro carburante in vista della sfida tra la squadra di Inzaghi e l’Atalanta in programma domenica prossima. E così tanti tifosi giallorossi finiscono per chiedersi: ma se la Lazio lasciasse vincere i bergamaschi per fare un dispetto alla Roma nella corsa alla Champions? Di sicuro le parole in conferenza stampa di Ranieri non hanno placato gli animi. Questa è stata la dinamica degli eventi. A chi in conferenza affermava: «Nove anni fa la curva Nord chiese alla propria squadra di scansarsi per favorire il cammino dell’Inter», il tecnico giallorosso, che guidava anche allora la Roma, ha replicato. «E così è stato, e così fu». Poi arriva la seconda considerazione. «Si sta ripensando ad uno scansarsi contro l’Atalanta». E l’allenatore romanista ha concluso: «A me non interessa. Ci deve pensare la Lega. Io penso a giocare, ad allenare. Io sono stato sempre una persona leale, e questo per me è importante». Nove anni fa, l’atteggiamento della tifoseria laziale fu messo addirittura sotto inchiesta dalla Procura di Tivoli, che però non ravvisò gli estremi dell’intimidazione. Oggi è la dichiarazione di Ranieri a finire sotto la lente della Procura, ma di quella Figc, che prontamente allertata ieri ha deciso subito di acquisire il video della conferenza dell’allenatore giallorosso e nel weekend valuterà il tono e i termini scelti da Ranieri sull’argomento. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.