Il Tornatora

Raggi: “Lo stadio si farà”. Gli esperti: “Tante falle”. La base M5S si divide

di Redazione

La relazione degli esperti piemontesi, chiamati da Raggi per avere un conforto «tecnico» sull’operazione dopo gli arresti per corruzione di giugno, conferma tutte le perplessità trapelate con la prima bozza consegnata a dicembre. «Blocco totale» della viabilità, l’impatto «catastrofico» se la malandata Roma-Lido non diventerà una metropolitana tipo quelle di Londra, le opere del piano trasporti giudicate tutte, da sole, «non sufficienti». Viene sottolineato nel parere, che per realizzarlo ci vorranno dai tre ai «10 anni». E che prima lo stadio non potrebbe aprire, pena il collasso della circolazione. Hanno parlato invece di «buona notizia» il ministro dell’Interno, Matteo Salvini e lo stesso Beppe Grillo, mentre Di Maio in un post si è «complimentato» con la sindaca. Ma la partita dentro al M5S romano non è ancora chiusa. Lo scrive Il Messaggero.