Corriere dello Sport (R.Maida) – Il tempo dei saluti. Non solo a Pallotta ma anche a tanti dei protagonisti della Roma del recente passato: su tutti Juan Jesus, titolare nella notte magica di Roma-Barcellona, e Diego Perotti, autore di due dei gol più importanti della società americana, il 3-2 al Genoa che certificò il secondo posto con il record di punti e il colpo di testa vincente contro il Qarabag, valso la qualificazione agli ottavi di Champions League nell’annata conclusa in semifinale. Juan Jesus è in trattativa con il Cagliari, che gli offre un discreto contratto fino al 2023. Non può ambire ai 2,2 milioni netti che prendeva a Roma ma visto il prolungamento per altre due stagioni sta prendendo in considerazione seriamente l’ipotesi di di accettare. La Roma vorrebbe 5 milioni ma potrebbe chiudere anche a 3,5-4, scrollandosi di dosso un ingaggio pesante. Per quanto riguarda il mercato in entrata, la prima priorità sembra essere il portiere. Il preferito per i dirigenti e anche per Fonseca è Alessio Cragno, che può entrare nella questione Juan Jesus insieme al giovane Riccardi. Diversa invece è la situazione di Olsen, che interessa di più al Celtic. Ma la richiesta di prestito gratuito degli scozzesi non può soddisfare la Roma.