Il Tornatora

La Repubblica – Borini saluta e arriva destro. Pjanic: “Siamo da scudetto”

di Redazione

Borini al Liverpool, Destro a un passo dalla Roma, è di Zeman il primo commento.«Borini per me era un buon giocatore, spero riusciranno a sostituirlo. Si, Destro mi piace, è un giovane italiano di talento. Dove può giocare? Lo dice il cognome…». Alle telecamere di Mediaset il tecnico boemo non si lascia poi pregare per lanciare una frecciata di replica a Moggi. «Se l’essenza del calcio è il doping o il comprare gli arbitri, allora ne sono fuori». In attesa dell’ennesimo e, pare, inevitabile round tra i due, è Totti a chiarire il suo rapporto con Sabatini. «Con il diesse abbiamo scherzato su quanto detto in conferenza. Ognuno ha le sue idee, ma vogliamo tutti fare bene e vincere. Noi siamo subito dietro le big».

Tornando al mercato, mentre Borini effettuava le visite mediche a Liverpool, ceduto per circa 14 milioni più bonus, Sabatini prendeva accordi col Genoa per chiudere la trattativa Destro tra domani e lunedì«Valuteremo, ci sono tante società che lo vogliono – spiega il presidente Preziosi a RadioRadio – mercoledì mi vedrò con Mezzaroma per stabilire una cifra a cui venderlo. Tachtsidis? Il contratto con la Roma è già stato depositato, forse non è ancora andato nella capitale perché ha un piccolo problema fisico che sta curando». Della serie, non si può mai stare tranquilli.

In tutto questo, a un anno dalla scadenza, ha rescisso il contratto Juan. Tornerà a giocare in Brasile. Dal mercato alle convinzioni del determinato Pjanic «Siamo una squadra con qualità e possiamo anche lottare per lo scudetto, ne sono sicuro. Certo, con Borini perdiamo un grande giocatore, ma con due – tre rinforzi faremo bene. Il mio obiettivo? Fare un certo numero di gol e di assist, giocherò molto più vicino alla porta avversaria e questo mi piace». Oggi seconda amichevole a Riscone contro i rumeni del Gas Metan Severin, alla quale ancora non riuscirà a partecipare Dodò.
La Repubblica – Francesca Ferrazza