Il Messaggero (S.Riggio) – Uno scontro diretto dal sapore di Champions. «Sappiamo tutti quanto sia importante questa partita. Vogliamo mettere sotto i giallorossi», l’obiettivo di Stefano Pioli, l’allenatore dell’Inter. «Se giocheremo da squadra, avremo le carte per battere la Roma. I numeri delle due formazioni sono simili. I valori si assomigliano, siamo vicini. Vincerà chi saprà colpire i punti deboli dell’avversario. Loro hanno avuto 12 rigori e noi 2? La differenza è notevole. Dicono che alla fine dell’anno di solito le cose si bilancino, non lo so». L’Inter non avrà Miranda. In difesa giocheranno Murillo e Medel.

Rientra Icardi dalla squalifica. «Da allenatore non ho un bilancio positivo contro la Roma? I grandi numeri sono fatti per essere smentiti». A San Siro ci sarà anche Zhang: «Ritengo sia stimolante averlo qui. Esprime concetti che ti entrano in mente. Abbiamo parlato di presente, ma anche di futuro. Sono qui da tre mesi e mezzo,ma non sono invecchiato. Spero di restare all’Inter per altri 3 anni». In passato, però, era stato corteggiato dalla Roma: «Sì, ho fatto il casting due volte con Sabatini. Ho passato quello giusto».