Il Tornatora

Petrachi, le cessioni impossibili

di Redazione

Gianluca Petrachi, ds della Roma, è chiaro sugli obiettivi in entrata, compresa la punta, e fa capire che aspetta indicazioni dell’allenatore, Paulo Fonseca, per definire alcuni esuberi. Poi, sui colpi grossi in uscita fa finta di non dire ma dice: rivendica il suo ruolo di omertoso, ma lascia aperte le porte – magari senza volerlo – a cessioni illustri, vedi Zaniolo Florenzi.  Alcuni punti fermi il tecnico ce li ha e ci sta che uno come il talento ex Inter, viste anche le squadre che gli ronzano intorno e il suo valore moltiplicato dopo i mesi invernali scorsi, possa finire dentro qualche trattativa. Petrachi prova a svestirsi del ruolo del ds che pensa solo all’incasso: «Oggi Zaniolo non è sul mercato. Poi nella vita, soprattutto in questo ambiente, bisogna capire e valutare tutto. Io quando giocavo non pensavo mai che la Juventus potesse vendere Zidane, invece è successo». Queste le sue parole sulla questione, ognuno può farsi un’idea. Stesso dicasi per Florenzi: «Oggi è il capitano della Roma, non l’ho mai messo sul mercato. Per Florenzi non ho chiamato qualche club per dire che è in uscita. Poi ribadisco: il mercato è aperto a tutti, se arriva qualche offerta la valuti, ma conosciamo molto bene i punti fermi di questa squadra». Lo scrive Il Messaggero.