Il Tornatora

Pastore, le buone novelle: “Ora sono valorizzato”. Ranieri: “La Champions? Non si fanno tabelle”

di Redazione

Roma-Cagliari è stata la partita di Javier Pastore, proposto a sorpresa da Claudio Ranieri e autore del secondo gol che ha messo in cassaforte il match dopo pochi minuti. Come riporta il quotidiano Corriere della Sera, l’argentino è un calciatore ritrovato e la Roma adesso in questo finale di stagione ha bisogno di lui. E’ uscito tra gli applausi dell’Olimpico e ora ha trovato fiducia: “L’importante era vincere, vogliamo lottare per il nostro obiettivo, cioè la Champions League. Mi sento in debito verso i tifosi, adesso devo ripagare le loro fiducia per la standing ovation. Ho avuto la sfortuna di infortunarmi subito, poi non ero più tenuto in considerazione dall’altro tecnico“. La cura Ranieri sta funzionando ed è proprio il tecnico ad esaltare l’ex Psg: “Mi aveva convinto in allenamento e già dalla scorsa settimana avevo pensato di metterlo titolare. Non lo devo scoprire io perché ha una tecnica incredibile. Lui si è adeguato al mio gioco, sono contento per lui. Per la Champions invece non facciamo nessuna tabella“.