Pagine Romaniste

Pannofino: “Totti è uno di noi, deve fare l’attore. Il suo addio? Come se Spiderman dicesse di avere paura”

di Redazione

Francesco Pannofino, attore e tifoso della Lazio, ha voluto omaggiare Francesco Totti con un monologo su Rai Due. Queste le sue parole:

Io sono qui a parlare di questo grande personaggio, ma ho una fede calcistica opposta. E’ successo perché nel ’74 la Lazio vinse lo scudetto e io mi innamorai di quella squadra. Però domenica sono tornato a casa e ho trovato mio figlio e mio nipote, entrambi 19enni. Sono entrato e non mi hanno neanche guardato, perché stava andando in onda il discorso di addio al calcio di Totti. Mi sono seduto con loro a guardare e mi sono emozionato tantissimo. Un evento televisivo straordinario, un uomo così bello, ricco e famoso, con tanti anni di successo, che confessa a milioni di persone di avere paura. Io non ho mai sentito nessuno di potente, imprenditori o politici o anche un supereroe come è Totti nell’immaginario soprattutto dei giovanissimi, confessare di avere paura. Come se Spiderman arrivasse qui e dicesse: ‘Ho paura’. Uno potrebbe dire: ‘Tu hai paura? E noi che non arriviamo alla fine del mese?’ E’ questa la grandezza di Francesco Totti, è uno di noi. Ti do un consiglio: devi fà l’attore! Hai la faccia, i tempi comici, riesci ad emozionare, hai un talento. Facciamo un film, su due fratelli che giocano, uno è forte e l’altro è na pippa. Oh, io faccio quello forte. Ti voglio bene, ciao Francesco“.