Pallotta risponde all’Uefa: «Orgoglioso di tifosi e città»

di Redazione

L’accusa della Uefa di “condotta scorretta” ha sorpreso il presidente James Pallotta. Come riporta il Corriere della Sera, il patron della Roma è sicuro di non aver detto nulla di male, ma ha capito che il modo schietto, molto americano, di parlare non è molto apprezzato in Europa. La commissione disciplinare giudicherà il caso il prossimo 31 maggio e alla Roma sono convinti che sarà «assolto». «Sto morendo dalle risate – ha detto il presidente -. Autorità, Coni e Roma hanno garantito una professionalità che non ho mai visto in nessun evento sportivo. Non potrei essere più orgoglioso dei nostri fan e della città».