Ha lasciato il calcio ormai da diverso tempo, eppure Pablo Daniel Osvaldo torna a far parlare di sé. L’ex attaccante tra le altre di Roma, Inter e Juventus, è ora il frontman di un gruppo rock-blues, con il quale l’italoargentino si esibisce in giro per il mondo. Intercettato ieri nella Capitale, Osvaldo ha parlato ai microfoni di Fuorigioco, inserto domenicale de La Gazzetta dello Sport. Le sue parole:

Totti, De Rossi, Buffon e Messi mi hanno insegnato tanto. Anche perché quando a 20 anni ti ritrovi pieno di soldi la testa può girarti. A quali allenatori sono più legato? Zeman, Pochettino e Conte. Antonio è il più grande, non solo a livello tecnico-tattico. Uno che ti dice le cose in faccia, ma che sa anche ascoltare“.