L’offerta di Friedkin, ma Pallotta dice no

Il magnate texano propone 575 milioni, 135 in meno di dicembre, ma il presidente non accetta di uscire con una minusvalenza

di Redazione

Corriere dello Sport (G. D’Ubaldo) – Dan Friedkin si riavvicina alla Roma, ma per ora incassa il no di Pallotta. Il magnate texano, dopo aver interrotto le trattative in seguito alle devastanti conseguenze della pandemia, è tornato alla carica per l’acquisto del club giallorosso. Secondo fonti vicine ad ambienti bancari e alla società, la sua nuova offerta, presentata al presidente della Roma, è stata di 575 milioni, 135 in meno di quella di 710 milioni per la quale i due imprenditori americani si erano stretti la mano il 29 dicembre scorso. Pallotta a queste cifre non è orientato ad accettare, perché andrebbe più o meno in pari con quello che ha investito in questi anni. La trattativa comunque va avanti e sarà fondamentale l’approvazione della semestrale il 29 giugno per arrivare a una possibile nuova valutazione.