Il Tornatora

Nuova Roma, senza i totem dopo 26 anni

di Redazione

Stesso appuntamento, altra storia: un altro Roma-Genoa, 819 giorni dopo, traccerà un confine nella storia romanista. Quello del 28 maggio 2017, in un Olimpico in lacrime decretò la fine dell’irripetibile parabola da calciatore di Francesco Totti, mentre la recita di questa sera bagnerà il debutto della prima Roma orfana dal 1993 delle bandiere ed icone romane e romaniste come appunto Totti, annunciato neanche in tribuna, e Daniele De Rossi, emigrato al Boca. Intanto il nuovo tecnico Fonseca cercherà di far vedere qualcosa di nuovo dopo l’ennesima rivoluzione sul mercato, anche se stasera l’unica novità sarà Pau Lopez: “La mia squadra è pronta e sono convinto che i risultati arriveranno“. Lo riporta La Stampa.