Il Tornatora

Napoli, Ancelotti: “Abbiamo fatto molto bene. Troppo leziosi nella prima parte, siamo stati bravi” – VIDEO

di Redazione

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato al termine della gara vinta contro la Roma. Le sue dichiarazioni:

ANCELOTTI IN CONFERENZA STAMPA

A inizio stagione si parlava di “gestione dei momenti”: quanto è cresciuta la squadra in questo? E poi, come stanno Hysaj e Mertens?
Hysaj ha avuto un problema all’adduttore, ma niente di che, mentre Mertens aveva preso un colpo. Sulla gestione dei momenti: nel primo tempo secondo me potevamo gestire meglio, per come abbiamo giocato dovevamo finire in vantaggio ma in realtà siamo stati un po’ troppo leziosi nella finalizzazione e abbiamo abbassato il ritmo quando non era necessario. Potevamo gestire meglio, mentre nel secondo tempo abbiamo fatto bene.

Quanto è importante che alcuni giocatori più penalizzati dagli infortuni, come Verdi e Younes, stiano entrando in forma proprio nel momento cruciale della stagione?
In questo momento i giocatori che hanno giocato meno sono più freschi e più motivati. Stanno dando un contributo fondamentale ad una squadra che già stava facendo bene. Verdi oggi ha fatto molto bene, Younes è entrato molto bene, Ounas ha strappato con molta intensità. Stanno aumentando la qualità della squadra.

Oggi è sembrato che il Napoli abbia rischiato meno dopo il gol subito rispetto alla prima frazione…
Sono d’accordo. Eravamo dispiaciuti di quello che era successo a fine primo tempo, ma era legato ad un atteggiamento che poteva essere diverso. Avevamo facilità nella costruzione ma c’erano difficoltà nella finalizzazione, cosa che invece non è successa nella seconda parte.

Mancava una vittoria in trasferta contro una grande, era successo solamente contro la Lazio a inizio campionato. Se lo aspettava?
Più che aspettavo lo desideravo. I segnali erano positivi, la squadra ha ripetuto ciò che avevamo fatto nel poco tempo avuto in settimana. Avevo visto uno spirito positivo e una squadra fresca, queste partite servono la classifica e aumentano l’autostima. Vincere a Roma, al di là dei tre punti, accresce l’autostima in vista di un periodo importante in cui vogliamo farci trovare pronti.

ANCELOTTI A SKY SPORT

Se l’aspettava tanta differenza?
No, io mi aspettavo una prestazione così da parte della mia squadra. La squadra stava bene, abbiamo fatto molto bene. Troppo leziosi nella prima parte, siamo stati bravi.

Il gioco collettivo rimane sempre alto nonostante cambino gli interpreti…
Sì, questi giocatori stanno crescendo. Verdi mi è piaciuto, questo aumenta il tasso qualitativo della squadra.

Verdi può diventare il più bravo?
Non lo so, è molto bravo. A sprazzi oggi ha dimostrato le sue qualità, aveva avuto un po’ di problemi e aveva perso condizione e autostima. E’ un giocatore ritrovato e di cui abbiamo bisogno, è un investimento che inizia a dare i suoi frutti adesso.

Siete più forti mentalmente ora di due mesi fa…
Il primo tempo è finito in pareggio ed è stato un segnale negativo. Ci siamo abituati troppo al ritmo che voleva giocare la Roma. Non è un caso che il primo tempo sia finito 1-1, doveva finire con un vantaggio più ampio. Dobbiamo crescere mentalmente.

La vostra bravura è far cambiare spesso pelle alla squadra…
Non voglio addentrarmi troppo, la costruzione da dietro cambia a seconda della squadra avversaria. Avevamo il dubbio se la Roma avesse giocato col 4-3-3.

Siete i favoriti in Europa League, tocchi tutto?
Sì, tocco tutto (ride, ndr). Se qualcuno pensa che siamo i favoriti dico che abbiamo un turno molto difficile, adesso dobbiamo mantenere questa concentrazione e questa intensità.

ANCELOTTI A RADIO RAI

Vittoria arrivata quasi senza problemi…
Non ero così sicuro a fine primo tempo, abbiamo regalato un gol e si doveva chiudere con risultato diverso ma l’atteggiamento è rimasto uguale nel secondo tempo. La squadra oggi ha giocato ad un livello molto alto, dobbiamo preoccuparci di mantenere la continuità, questa è la maniera migliore per prepararci all’Europa League.

Mertens?
Non sono preoccupato, ha preso una botta, oggi era il primo caldo, il rientro delle nazionali, alcuni con la febbre, il rientro è stato buono a livello fisico, a livello tecnico buono, quelli che hanno giocato meno nella prima parte ora stanno dando un contributo importante perché sono freschi e motivati.

Secondo posto?
Abbiamo dato uno strappo importante oggi, mancano ancora tante partite ma abbiamo un bel vantaggio.