Nainggolan: “All’Inter venivo fischiato perché parlavo di Roma e della Roma, che è stata casa mia. Serate e alcool? Posso rinunciare a tutto, ma non sarei me stesso”

di Redazione

Radja Nainggolan, centrocampista del Cagliari, ha rilasciato un’intervista al settimanale Sport Week. Il Ninja è tornato a parlare del suo addio all’Inter, del rapporto con la Roma ed dei problemi personali. Questa un’anticipazione delle sue parole:

All’Inter, all’inizio sono stato fischiato perché parlavo di Roma e della Roma, che è stata casa mia. Ma io non sono uno di quelli che bacia la maglia della squadra dove è appena arrivato. Mia moglie Claudia? Sono tornato a Cagliari anche per lei: qui è nata, ha la famiglia e gli amici. Qui, per lei è più facile combattere. Serate, discoteche, alcool? Se voglio, io posso rinunciare a tutto. Ma non sarei me stesso“.