Mourinho: “Nessuno ha più voglia di vincere di me”

Corriere dello Sport (G.Marcotti) – Mourinho si concede per un’ora a ruota libera al Times. Niente Roma, ma riflettori puntati su Euro2020: “Non credo ci saranno sorprese perchè le sorprese arrivano quando la lista dei potenziali vincitori è limitata a due o tre. Però qui i candidati a vincere sono tanti. Per me Francia, Germania, Italia, Belgio, Spagna, Inghilterra, Portogallo sono tutte sullo stesso livello“.

Gli chiedono come ottiene il massimo dai giocatori: “E’ facile quando i giocatori, la società e lo staff condividono i tuoi valori. Questo è importantissimo. Faccio un esempio: alcuni allenatori multano chi si presenta in ritardo, io no. Io non voglio punire. Voglio semplicemente che certe cose non avvengano. E se tutto l’ambiente condivide questa mia priorità allora non è necessario punire chi sgarra. Perchè può capitare a chiunque di trovare traffico o dormire mezz’ora in più“. La voglia di vincere è rimasta: “E’ nel mio DNA. Io non ho mai conosciuto una persona che ha più voglia di vincere e più passione di me. Sono fatto così. Non solo io ovviamente. Cristiano non ha bisogno di segnare un altro gol per essere uno dei più grandi di sempre. Però lo fa. Si va avanti per passione, per fame, per voglia“.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A