Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo) – La Roma deve ancora delineare il dopo-Sabatini. L’addio del direttore sportivo, avvenuto a ottobre, ha lasciato un vuoto colmato dalla promozione di Ricky Massara. E’ lui che sta conducendo le operazioni per gennaio, con qualche suggerimento del dirigente che lo ha lanciato e qualche indicazioni che arriva dall’estero (Londra o Sudafrica) da Baldini. Ma per la prossima stagione la società giallorossa vorrebbe ampliare l’ufficio di direzione sportiva, senza nessuna bocciatura per Massara, che anzi è apprezzato da tutti a Trigoria. Da tempo la Roma ha allacciato i rapporti con Monchi, il direttore sportivo del Siviglia dei miracoli. Ramon Rodriguez Verdejo, meglio conosciuto come Monchi, ha incontrato circa un mese fa a Londra Baldini, che gli ha prospettato l’ipotesi di lavorare per la Roma. Avevamo segnalato l’interessamento del club giallorosso per il dirigente spagnolo subito dopo l’uscita di scena di Sabatini, a ottobre. Baldini aveva avuto modo di apprezzarlo quando lavorava al Real Madrid in Spagna. Monchi, uno degli artefici dei successi del Siviglia, è inseguito da molti club importanti in Europa. Ha parlato di sicuro anche con il Paris Saint Germain, direttamente con il presidente. E per discutere della possibilità di andare a Parigi ha chiesto la conferma di Emery, con il quale ha lavorato bene al Siviglia, ma che non vive un periodo felice in riva alla Senna. Comunque anche in quel caso, come ha fatto quando ha visto la Roma, ha preso tempo. Monchi non può impegnarsi perchè il contratto che lo lega al Siviglia scade nel 2020, non è sicuro di potersi liberare, anche se c’è una clausola di cinque milioni per interrompere il rapporto, ma c’è anche un modo per aggirarla. Dipenderà da quale sarà il futuro societario del Siviglia, chi sarà a comandare.

ALTERNATIVE NON DISPONIBILI – Pallotta vorrebbe inserire nello staff di lavoro per il mercato un dirigente di alto profilo. Monchi è il nome finito in pole position. In attesa di una risposta dallo spagnolo la società giallorossa si sta guardando intorno, valutando anche altre soluzioni. Ecco perchè nelle scorse settimane sono stati sondati anche Giuntoli (Napoli) e Sartori (Atalanta), che però non hanno dato la disponibilità a trasferirsi. Alla vigilia di Natale Baldissoni ha visto a pranzo Daniele Pradè in un ristorante di Ponte Milvio. L’attuale responsabile dell’area tecnica della Samp sarebbe il profilo giusto, ma non rientra nei piani della Roma.

TRA PARIGI E ROMA – La società giallorossa aspetta Monchi. Un ruolo fondamentale per delineare il futuro dell’attuale direttore sportivo del Siviglia lo avrà il fondo Doyen, vicino a diversi personaggi di questa vicenda. Monchi per ora ha lasciato con il fiato in sospeso Roma e Paris Saint Germain. Se optasse per Parigi vorrebbe tornare a lavorare con Emery e con il leader del centrocampo, il polacco Krychowiak, che la scorsa estate ha ceduto ai francesi per la cifra di 45 milioni.