Il Tornatora

Monchi: “Il tempo delle cessioni è terminato. Nainggolan? Resta. Ci auguriamo che Totti sia con noi” – FOTO e VIDEO

di Redazione

Pagine Romaniste (F.Biafora -Y.Oggiano) – Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Maxime Gonalons, il ds della Roma Monchi ha parlato delle strategie di mercato dei giallorossi. Alla domanda sulla permanenza di Nainggolan, lo spagnolo ha risposto:“Sì. Il periodo delle cessioni dei calciatori importanti è terminato, è giunto il momento di costruire la squadra con le opzioni di mercato a nostra disposizione”.

Su Defrel: “E’ lontano. Stiamo cercando un giocatore col profilo di Defrel, non è l’unica opzione. Ieri c’è stato un incontro col Sassuolo, erano presenti Carnevali ed Angelozzi, però la distanza è molto grande. Crediamo di dover pagare il giocatore per quello che vale, il suo prezzo giusto, come vogliamo cedere alle cifre che decidiamo noi. C’è una differenza importante, rispettiamo l’opinione del Sassuolo. Non c’è intenzione di comprare giocatori a prezzi più alti di quelli di mercato“.

Su Manolas:Devo fare una premessa: io dirò sempre in ogni circostanza quello che è nell’interesse della Roma, a prescindere da critiche e da come possa essere interpretato. Per i centrali: vogliamo prendere un altro elemento, senza che nessuno parta.”

Sulla battuta “Ci vediamo al Circo Massimo” detta ad un tifoso: “Non si può paragonare una battuta ad un tifoso con una dichiarazione ufficiale. Sono una persona molto ambiziosa per natura, forse sfrontata, sono stato sempre così da ds, forse anche per questo ho ottenuto risultati importanti. Una squadra non si chiude il primo di luglio, ma alla fine di agosto. Alla chiusura del mercato la Roma avrà un’ottima squadra, allestiremo una squadra che saprà lottare e sarà competitiva. Non so se ci vedremo al Circo Massimo, l’importante è essere lì fino alla fine”.

Su Totti: “Francesco in questo momento sta riposando, come è normale e logico che sia. E‘ un momento cruciale della sua vita e deve avere il tempo di pensarci. Lo aspettiamo a braccia aperte, è una decisione che spetta a lui, la prenderà quando riterrà opportuno. Questa è casa sua, non deve neanche bussare, ha le chiavi di casa. Ora sta giustamente riposando, non ci resta che aspettare. Ci auguriamo che sia con noi“.

Sul terzino sinistro: “Sì, è uno degli obiettivi su cui lavoriamo. Cercheremo di farli arrivare il prima possibile, ma per me c’è una cosa importante: aspetto qualche giorno in più per avere un giocatore che mi piace di più, invece che prendere uno che mi piace meno ma più rapidamente.”