Il Tornatora

Milan debole di testa e senza qualità, la Roma lo inguaia

di Redazione

Se i giocatori e lo spirito sono questi, dieci anni non basteranno. Accanto a Boban e Maldini possono anche arrivare Gullit, Van Basten e Sacchi in persona, ma non bastano. Pioli ha dato in fretta ordine e identità tatica, ma se Kessie si perde Dzeko in area, se Calabria manda in gol Zaniolo, se Conti e Biglia fanno a gara a chi perde più palloni, come può il Milan venire fuori dai guai? La Roma al contrario dei rossoneri il cuore ce l’ha messo tutto. Raggiunta sull’1-1, ha impiegato quattro minuti per tornare avanti. Una frustata d’orogoglio che il Milan non ha mai avuto. I padroni di casa di hanno messo cuore anche per compensare alle mille assenze di uomini cardine. Non è più la Roma sconsiderata di inizio campionato, ma una squadra più saggia che sfrutta anche delle risorse inaspettate, come Pastore, Smalling o Mancini mediano. Adesso la squadra di Fonseca è a un punto dal Napoli quarto, che incrocerà tra due turni. Deve recuperare un esercito di titolari, può sperare per il meglio. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.