Dario Canovi Paolo Rossi Lo stalliere del re PRLa Roma sbanca la Milano neroazzurra e fa sette vittorie di fila in campionato, i giallorossi così mantengono il primato con due lunghezze di vantaggio su Juventus e Napoli. Il successo a San Siro consolida un gruppo fortissimo sia sul punto tecnico tattico che su quello della mentalità superando, appunto, a pieni voti quello che è stato considerato il primo vero test per la squadra di Rudi Garcia. Un macchina quasi perfetta che al ritorno dalla pausa per le nazionali dovrà affrontare il Napoli di Benetiz. Noi di pagineromansite.com abbiamo chiesto un parere sull’andamento straordinario dei giallorossi in campionato e su qualche mossa di mercato che potrebbe rinforzare un gruppo già apparentemente completo al procurato Dario Canovi. Queste le sue dichiarazioni:

Inter-Roma cosa ci lascia? La squadra di Garcia è davvero la favorita per lo scudetto?
Sono sincero, prima di sabato non pensavo alla Roma come una pretendente per lo scudetto, ma vedendo come hanno vinto quella partita ho cambiato idea. In molti pensavano a quel match come il vero e primo test per vedere dove si può arrivare e devo dire che è stato superato a pieni voti – continua -. Per imporre comunque la sua candidatura a vincere la scudetto la Roma dovrà far bene con il Napoli quello è il vero test in caso di vittoria diventerebbe lei la favorita. Ha comuqnue affrontato in campionato squadre non semplici come il Verona il Parma che stanno facendo benissimo lo stesso Livorno, lì in trasferta non è facile vincere. Le uniche due squadre che ho visto al di sotto sono il Bologna e quella Lazio in quel derby”.

Non solo una grande vittoria ma anche una rivincita su Mazzarri come ci spiega il procuratore: “A fine partita le dichiarazioni del tecnico dell’Inter mi hanno lasciato sorpreso, probabilmente ha visto un’altra partita. Questa della Roma è anche una rivincita nei sui confronti visto che questa estate aveva declinato la proposta giallorossa considerando, sbagliando, il progetto dell’Inter più affidabile e la Roma gli ha dato una bella dimostrazione di calcio“.

La Roma dunque vince la sua settima partita e si dimostra una macchina perfetta, con anche le seconde linee che dimostrano il proprio valore una volta chiamate in causa, vedi Torosidis che ha sostituito Maicon, ma per Canovi nel calcio non ci sono squadre invincibili : “In realtà non esiste una squadra perfetta, anche il Barcellona o il Real Madrid non sono perfette si può sempre migliorare, quello che mi sento di dire è che i primi 12-13 giocatori della Roma sono tra i più forti d’Europa, magari davanti o dietro c’è qualcosa da migliorare sperando che Castan e Benatia possano continuare così senza problemi visici. In attacco si attende il ritorno di Destro, altro ottimo giocatore, anche se rinunciare a un Gervinho così e a un Totti alla pari di Messi non è semplice“.

In questa settimana proprio sul mercato della Roma è stato fatto il nome di Adil Rami, giocatore francese di origini marocchine in forza al Valencia e che Rudi Garcia conosce molto bene visto che lo ha allenato ai tempi dello scudetto del Lille:Come si dice a Roma – scherza il procuratore – magari ce casca, è nazionale francese forte fisicamente, ma su questa trattativa non ho informazioni. Ci sono squadra che lo seguono ma forse proprio la presenza di Garcia potrebbe essere un punto a favore dei giallorossi”. Giocatore che comunque potrebbe arrivare a gennaio solo se si libera un posto in difesa, magari quello di Burdisso.

Noi a fine intervista abbiamo provato a chiedere a Canovi se c’era qualche rinforza che voleva consigliare al d.s. Walter Sabatini: “Al dirigente giallorosso consigliai Kurt Zouma del Saint-Etienne per me uno dei più forti difensori d’Europa classe’94. Per il reparto offensivo invece dico Gomis, ho seguito il Lione tra 6-8 mesi il giocatore si svincola e si può prendere ad un’ottima cifra è nazionale francese e il contratto in scadenza favorisce sicuramente chiunque è interessato a prenderlo“.

Lorenzo Amadio