Si chiama Marco Antonio de Mattos Filho, meglio noto come Marquinho, l’ultimo obiettivo del d.s. giallorosso Walter Sabatini. Nato il 3 luglio 1986 a Passo Fundo, nello stato del Rio Grande do Sul, Marquinho è un centrocampista avanzato, alto 1.82, in grado di ricoprire tutta la catena di sinistra. Ha giocato nelle giovanili di Juventude, Internacional, Gremio Vasco da Gama e, dal 2001 al 2006, nel Palmeiras, club che lo ha lanciato nel calcio professionistico. Con i verdi di San Paolo ha messo insieme 12 presenze, impreziosite da una rete, prima di accettare il trasferimento al Botafogo nel 2007. Un’esperienza che si è  tuttavia rivelata fallimentare: in 12 mesi, Marquinho è sceso in campo appena 5 volte, con un gol all’attivo. Il 2008 è stato l’anno della rinascita: passato alla Figueirense, il centrocampista verdeoro ha totalizzato 5 gol e 11 assist in 25 gettoni di gara. La definitiva consacrazione in patria arriva nel 2009 quando la Fluminense, storico club di Rio de Janeiro, lo aggrega in prima squadra. Con i “Tricolor” Marquinho matura le prime esperienze nei tornei internazionali: partecipa alla Copa Libertadores (5 partite, 1 gol) e alla Copa Sudamericana (9 presenze, una rete). Il primo trionfo da annoverare nel palmares arriva nel 2010, con la conquista del Brasilerao Série A, con un contributo personale di 4 gol e 3 assisit in 30 presenze. In totale, con la maglia della Fluminense, Marquinho ha giocato 108 partite e realizzato 11 gol.
M.C.

ARTICOLI CORRELATI
Marquinho alla Roma, la Fluminense accetta il prestito con diritto di riscatto