Il Tornatora

Mancio, l’Italia viaggia in riserva

di Redazione

Lorenzo Pellegrini dopo essersi preso la Roma scala posizioni anche in azzurro. La duttilità che fa del ragazzo romano e romanista il prototipo del centrocampista moderno, rende possibile il suo inserimento con l’Italia sia al posto di Marco Verratti sia al posto di Bernardeschi e Chiesa come accaduto l’altro giorno contro l’Armenia. Probabile che anche nella sfida alla Finlandia il numero sette della Roma giocherà sull’esterno, lasciando spazio a un centrocampo con Jorginho, Barella e Sensi. La variabile Pellegrini è un valore aggiunto del gruppo di Roberto Mancini che infatti è passato in vantaggio grazie al gol del centrocampista che a Roma gioca con continuità e così come Sensi troverà più spazio in questo gruppo. Lo scrive Il Messagero.