Non è la prima volta che un giocatore si promette a due squadre né la prima volta che una squadra scippa il giocatore dato per fatto ad un’altra. Nel calcio ci sono molti esempi, recenti e non, che testimoniano che è usanza ed a volte nemmeno un male. Alla Roma arrivò l’allora abbastanza sconosciuto Falcao, dato per sicuro all’Inter. Di Stefano avrebbe dovuto giocare un anno al Real Madrid e uno al Barcellona. Un esempio più recente è Jorginho, che era stato praticamente preso dal City e poi gli è stato consigliato di seguire Sarri al Chelsea. Lo riporta il quotidiano Repubblica.