Il Tornatora

Malagò: “Questa Roma è un grande punto interrogativo. Come definirei Pallotta? Un businessman”

di Redazione

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport. Questo un estratto:

Il suo idolo da ragazzo?
Ho cominciato con Coppi, poi Mennea e Totti.

Molti pensano che il suo sogno segreto sia un giorno diventare presidente della Roma…
Non conosco un tifoso di calcio che non sogni di diventare il presidente della sua squadra.

Le piace questa Roma?
Onestamente, e non ce la faccio ad essere diplomatico, è tutto un grande punto interrogativo.

E dunque?
Diciamo che serve tanta fede.

Intanto c’è questa annosa questione dello Stadio della Roma. La giunta Alemanno aveva detto sì, la giunta Marino aveva detto sì, la giunta Raggi ha detto sì. Almeno in questo caso si può dire che l’intoppo non sia in politica, anzi…
Io, come Presidente del Coni che a sua volta è proprietario dell’Olimpico, dovrei essere contrario per non perdere un cliente da 4 milioni di euro all’anno. Invece no. Ho detto mille volte che sono favorevole e che mi auguro che la Roma, così come la Lazio, abbia il suo stadio. Mi sembra che il problema, giustamente, non sia politico ma sia nelle procedure.

Una definizione per alcuni personaggi. James Pallotta?
Businessman.