Malagò: “Non possiamo prevedere ciò che accadrà dal 3 aprile. Se si vedrà la luce in fondo al tunnel sarà possibile programmare”

di Redazione

Giovanni Malagò, presidente del CONI, è stato intervistato da Uno Mattina, in onda su RAI Uno, ed ha parlato anche di ciò che succederà nel mondo dello sport. Queste le sue parole:

Sento spesso persone senza specifiche competenze, in questo caso sulla terribile vicenda che stiamo vivendo, che fanno previsioni e sostengono tesi: non ho mai capito bene da che punto di vista. È evidente che la palla è in mano ai tecnici: se il 3 aprile si vedrà la luce in fondo al tunnel sarà possibile programmare, pianificare un nuovo calendario delle competizioni nazionali e internazionali. Ma tutto questo è subordinato a ciò che avverrà: allo stato dell’arte non è possibile prevederlo”.