L’ostruzionismo frena la revoca. Ma la Roma può ancora sperare

Corriere dello Sport (R.Maida) – L’annuncio mattutino della Sindaca Raggi lascia ancora speranze alla Roma che deve chiudere al più presto il dossier di Tor di Valle. Anche nella seduta del martedì in Campidoglio non sono arrivati risultati: la ricerca dello 0-0 di alcuni consiglieri ha impedito la formazione del numero legale per andare al voto. Oggi si ricomincia con un paio di vantaggi per i Friedkin. In primo luogo nella seconda convocazione basteranno 16 consiglieri presenti invece di 24, in secondo luogo il PD sta appoggiando con forza la direzione della Sindaca.

Terzo test: Mourinho vuole risposte vere

All’ordine del giorno ci saranno anche la proposta di Fassina e Grancio che vorrebbero l’annullamento, e non la revoca, per riscrivere ex novo la delibera. E’ lo scenario che la Roma e la Raggi vogliono evitare. La Roma ha fretta almeno quanto la Raggi perchè un ulteriore slittamento farebbe arrivare lo stallo alla prossima consiliatura, con prospettive di attesa di circa un anno prima di ripartire.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti