Pagine Romaniste (A.Dionisi)- Champions League 2017/2018. L’opinione pubblica dopo i sorteggi è abbastanza chiara, “Girone di ferro per la Roma” che dovrà affrontare l’Atletico Madrid del Cholo Simeone e il Chelsea di Antonio Conte, con gli azeri del Qarabag a rendere un po’ meno spaventosa la fase a gironi. Nelle gare di andata i giallorossi allenati da Eusebio Di Francesco pareggiano in casa contro gli spagnoli 0-0, vincono a Baku 2-1 e pareggiano 3-3 allo Stamford Bridge.

AGGHIACCIANTE

Il ritorno contro i Blues si gioca il 31 ottobre, la notte di Halloween. La Roma affila le unghie e scende in campo sul prato dello stadio Olimpico con la voglia di riscattare il pareggio di Londra, che andava un po’ stretto. 40 secondi dopo il fischio d’inizio dell’arbitro Eriksson, El Shaarawy sale in cattedra: Kolarov, poi Dzeko che fa sponda di testa per il Faraone, è 1-0, un vero e proprio “eurogol”. Gli uomini allenati da Conte ci provano, ma Alisson in porta abbassa la saracinesca, non si passa. Al 36’ Rüdiger fa un regalo ai suoi ex compagni e manda di nuovo in porta il numero 92 che coglie l’occasione e firma la doppietta, El Shaarawy come Vucinic nel 2008. Si va a riposo sul 2-0, ma lo spettacolo non è ancora finito. Nella ripresa è Perotti a chiudere i conti, el Monito al 63’ segna il 3-0 definitivo. Una giornata “agghiacciante” per Antonio Conte. A rendere ancora più dolce la serata sono le dichiarazioni di capitan De Rossi a fine partita: “Non viviamo tante volte grandi serate di Champions League. Abbiamo vinto dieci anni fa col Chelsea e se lo ricordano tutti in maniera chiara, anche io. Una vittoria così rimane nella testa. Sembrava impossibile, ora siamo in una posizione importante, ce la siamo meritata. Se serate così mi fanno sentire ancora più romanista? Se posso permettermi, dobbiamo ringraziare di essere romanisti anche dopo il 7-1. Ringrazio sempre di essere romanista“.

DOLCETTO, NESSUNO SCHERZETTO

La ciliegina sulla torta ce la mette il Qarabag, che ferma l’Atletico Madrid in casa pareggiando 1-1. Nella notte delle streghe a fare paura sono i lupi (e i faraoni). Di Francesco domina Conte, il Chelsea si traveste da fantasma. La Roma è prima nel suo girone a 8 punti e gli avversari non sembrano più così proibitivi. Gli ottavi sono ad un passo, basta conquistare un punto al Wanda Metropolitano di Madrid o battere in casa la formazione azera. Una piccola frenata all’entusiasmo arriva proprio in Spagna, quando la squadra allenata da Simeone vince 2-0 grazie ai gol di Griezmann e Gameiro. Con il successo del Chelsea sul Qarabag, la Roma è chiamata a vincere nell’ultima partita per conquistare la qualificazione. Allo stadio Olimpico i giallorossi soffrono, ma Perotti mette a segno la rete che qualifica la squadra alla fase successiva. Il pareggio a Londra tra Atletico e Chelsea permette agli uomini del mister Di Francesco di godersi la vetta del girone, il lasciapassare per gli ottavi è quello delle “big”. L’inizio di un sogno da campioni.