La Roma e Roma Cares sostengono la IV edizione della Giornata Mondiale dei Poveri

L’AS Roma, attraverso la Fondazione Roma Cares, sostiene la Giornata Mondiale dei Poveri, giunta quest’anno alla sua quarta edizione.   

L’impegno del Club si concretizzerà per il terzo anno consecutivo attraverso la consegna di 5000 pacchi con generi alimentari di prima necessità alle famiglie di circa sessanta parrocchie romane. L’obiettivo è quello di offrire un segno tangibile di assistenza alle sempre più numerose famiglie che si trovano in una condizione di oggettiva difficoltà, in particolare in un anno in cui il mondo intero è messo a dura prova dalla pandemia da Covid-19.

Grazie alla generosità di Roma Cares e al contributo decisivo di Elite Supermercati le consegne raggiungeranno a partire da domani le parrocchie della Capitale. Ogni scatola conterrà alimenti di vario genere con marchi di particolare prestigio, tra i quali il Frantoio Agostini, che ha messo a disposizione 5000 litri di olio prodotto in una delle zone colpite dal terremoto nelle Marche. All’interno dei pacchi, confezionati con la collaborazione di Orsini Imballaggi, ci saranno anche alcune mascherine, gadget giallorossi e un biglietto con il saluto e una preghiera di Papa Francesco.

Domenica 15 novembre alle ore 10, nella Basilica di San Pietro, Papa Francesco celebrerà la Santa Eucaristia in occasione della IV Giornata Mondiale dei Poveri.

Sento il dovere di un particolare ringraziamento al CEO della Roma Guido Fienga per Roma Cares e alla famiglia Fedeli proprietaria di Elite supermercati”, ha dichiarato S.E.R. Monsignor Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione che ha la responsabilità dell’ organizzazione di tutto l’ evento. “A tal proposito, inoltre, mi piace sottolineare che il confezionamento e la distribuzione di questi pacchi sono stati possibili grazie all’opera di un gruppo di venti giovani attualmente in attesa di occupazione”.

Per il terzo anno diamo il nostro supporto a questa giornata indetta dal Papa e lo facciamo mettendo a frutto tutta la nostra organizzazione operativa e logistica già sperimentata durante il lockdown nella consegna dei pacchi alimentari ai tifosi più anziani e più bisognosi”, ha commentato il CEO dell’AS Roma, Guido Fienga. “Questo per noi è anche un messaggio di vicinanza alla città e ai tifosi, in un momento in cui non possiamo averli vicini allo stadio”.

asroma.com

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A