Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Fondamentale vittoria per la Roma, che sbanca il Tardini di Parma e conquista con pieno merito l’accesso ai quarti di finale di Coppa Italia. In questa manifestazione arriva dunque il primo successo ufficiale dei giallorossi nel nuovo anno, dopo il doppio scivolone campionato con Toro e Juventus. Era accaduto anche nel 2019, avversario l’Entella, battuto all’Olimpico (sempre agli ottavi) per 4-0.

La Roma conferma l’ottimo feeling con le gare in trasferta: 13 in tutto da inizio anno, coppe comprese, con 7 trionfi, 4 pareggi e 2 sole sconfitte rimediate con Borussia M’gladbach (in Europa League) e Parma (in campionato) per un totale di 22 gol segnati e 9 subiti. Il 2-0 di ieri è il 5° risultato utile consecutivo raccolto dai giallorossi lontano dall’Olimpico (4 vittorie e un pari). L’ultimo ko risale proprio alla sfida del Tardini del 10 novembre scorso. Ben 6 i match esterni chiusi con porta imbattuta, il 46% del totale. In casa, la Roma ha incassato il doppio delle reti (18) giocando lo stesso identico numero di partite (13) e mantenendo la porta inviolata in due sole occasioni, contro Istanbul Basaksehir e Brescia.

Lorenzo Pellegrini show. Serata speciale per il numero 7, che celebra la sua prima doppietta in carriera. L’ultimo romanista a firmare 2 reti nella stessa partita era stato Edin Dzeko ben 11 mesi fa, il 23 febbraio 2019, in quel di Frosinone (vittoria per 3-2). Il centrocampista classe 1996 è inoltre il 4° rigorista stagionale scelto da Paulo Fonseca, dopo Kolarov, Veretout e Perotti. Sono in tutto 8 i tiri dal dischetto trasformati dalla Roma su 10 tentativi totali. Del terzino serbo i due unici errori, contro Lecce e Napoli. Ancora a secco Nikola Kalinic, che in gare ufficiali non segna addirittura da un anno (16 gennaio 2019, Atletico Madrid-Girona 3-3). Il redivivo Bruno Peres, in campo dal 79’ al posto di Florenzi, è il 26° elemento utilizzato dal tecnico portoghese da inizio stagione.