Il Tornatora

Kolarov non è più da solo. Spinazzola vale per due

di Redazione

Per la fascia sinistra la Roma si è garantita il presente ed il futuro nel ruolo. L’arrivo di Spinazzola ha consentito alla società di sistemare i conti entro il 30 giugno con una ricca plusvalenza con lo scambio con Luca Pellegrini, dall’altra ha regalato a Fonseca l’esterno richiesto visto che l’ex Juventus può giocare su entrambe le fasce ed è terzino di spinta. L’infortunio patito prima del Genoa è superato e col Sassuolo sarà convocato. Probabilmente partirà dalla panchina, ma il suo apporto durante la stagione sarà fondamentale. Ora è complicato immaginare una Roma senza Kolarov in gol alla prima di campionato e contro la Lazio. La scorsa estate è finito al centro di molte voci di mercato e sembrava destinato, come Dzeko, a lasciare la Capitale. Ora sono i leader della squadra. La Roma gli ha proposto il rinnovo di contratto per un altro anno con opzione per il secondo. Una dimostrazione di fiducia totale per un giocatore che lo scorso anno ha dovuto passare la contestazione dei tifosi. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.