Il Tornatora

Il rigore su Dzeko, lo stop a Baldini: il diesse parla già da padrone

di Redazione

Gianluca Petrachi ha detto di essere contento all’80% del mercato appena concluso, perché non è riuscito a completare lo sfoltimento della rosa con un adeguato taglio al monte ingaggi. Un po’ perché ha ereditato un parco atleti molto costoso, un po’ perché alcuni calciatori hanno deciso di non lasciare la Roma: da Santon che ha rifiutato offerte per un trasferimento in prestito, passando per il giovanissimo Bianda fino a Pastore. In alcuni casi, come Olsen, Gonalons e Coric, Petrachi ha dovuto accettare di partecipare al pagamento degli stipendi, in altri casi, tipo Schick, ha dovuto ridimensionare le pretese. Petrachi è sicuro che Baldini non ostacolerà il suo lavoro, ne ha ammesso l’utilità nella trattativa per Mkhitaryan, ma ha sottolineato che è rimasto “al suo posto” in questa sessione di mercato. Lo scrive il Corriere dello Sport.