Il mistero della Var al tempo di Rocchi

di Redazione

Già dal palo di Florenzi, arrivato a conclusione di una sontuosa azione personale di Schick, si era capito che la Roma ieri sera non sarebbe stata baciata dalla fortuna. Come scrive Il Messaggero, si era capito anche che però un episodio non deve poter determinare da solo le sorti di una gara. Neppure un errore arbitrale dovrebbe poterne condizionare il risultato e invece questo è accaduto ancora una volta, nell’occasione ad opera dell’arbitro Rocchi e del Var Fabbri. La moviola in campo è diventata sempre più uno strumento a discrezione degli arbitri, e questo non può essere accettato da nessuno. Una partita di calcio non può più essere indirizzata, in un senso o nell’altro, da un errore dell’arbitro.