Il Tornatora

Il derby si gioca di sera, scatta l’allerta scontri

di Redazione

Chi vincerà il derby della Capitale non si sa, ma finora la palla in rete l’ha messa sicuramente Dazn, la pay-tv aggiudicataria del “diritto” di trasmettere Lazio-Roma di sabato in prima serata, alle 20.30. La partita bollata come «ad alto rischio» dalla Questura dunque si giocherà in notturna come da calendario prestabilito. Così è stato deciso, ieri mattina, nella riunione del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico che non ha riscontrato criticità tali da comportare l’anticipo del match. Domani si svolgerà il tavolo tecnico operativo che predisporrà la macchina della security per il derby, seguendo anche le indicazioni del Gos, il Gruppo operativo sicurezza. Come riporta Il Messaggero, un migliaio gli agenti tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, che saranno schierati attorno all’Olimpico. Occhi puntati anche sulle vie del Centro dove potrebbero riversarsi “cani sciolti” e ultrà stranieri gemellati diretti nei pub o negli alberghi. In Curva Nord è atteso l’arrivo degli spagnoli del Real Madrid, in omaggio all’amicizia suggellata coi biancocelesti, protagonisti di analoghe trasferte in terra spagnola. E gruppi gemellati sono dati in arrivo dalla Bulgaria (Levski Sofia) e dalla Polonia (Legia Varsavia) per la Lazio e dalla Spagna (Atletico Madrid), dall’Inghilterra (Southampton) e dalla Grecia (Panathinaikos) per la Roma. Sugli spalti sono attesi circa 45mila spettatori, di cui 30mila laziali. Ieri erano 12mila i tagliandi acquistati dai giallorossi.