Maurizio_Gasparri

Il Tempo – «La gestione del prefetto Gabrielli della situazione dello stadio Olimpico denota un’ostilità preconcetta» e «accresce i rischi per gli agenti». È Maurizio Gasparri, vicepresente del Senato di Forza Italia, e tifosissimo della Roma, a sferrare un duro attacco al prefetto della Capitale Franco Gabrielli alla vigilia di un derby che si annuncia carico di tensione. A innestare la polemica le dichiarazioni di venerdì di Gabrielli, che ha criticato duramente le tifoserie anche in base agli scontri che in passato hanno spesso segnato la stracittadina. Parole, quelle del Prefetto, che erano state stigmatizzate anche dal commissario Tronca, da pochi giorni alla guida della città. In quanto a Gasparri, ha sottolineato che «barriere divisorie e altri interventi servono soltanto ad alimentare tensioni sotterranee. La protesta dei tifosi aumenterà i momenti di pericolo. Si annunciano marce di accompagnamento delle squadre verso lo stadio e altre iniziative che incrementeranno l’impegno delle forze dell’ordine». «Mi rivolgo allora al prefetto Tronca – ha concluso il senatore forzista – affinché valuti con attenzione nelle sue nuove vesti questa situazione».

A rispondere a Gasparri è stata Valentina Castaldini, portavoce nazionale del Nuovo Centrodestra, partito del quale è leader il ministro dell’Interno Angelino Alfano: «Le parole di Gasparri sono irresponsabili. Gabrielli, qualora Gasparri non lo sapesse, è stato per molto tempo capo della Digos di Roma: pertanto la scelta di separare le curve in occasione del derby Roma-Lazio è frutto di una pregressa esperienza e una professionalità che ha acquisito nel tempo venendo a contatto con situazioni complesse come quella di Roma».