Champions League, Garcia: “I tre punti conquistati ci danno fiducia” Cole: “Fa strano giocare contro Lampard, il City ha grandi campioni”

di Redazione

trigoria-allenamento-garcia-totti-ashley-cole

 

Alla vigilia del big match di Champions League contro il Manchester City, il tecnico Rudi Garcia ed il terzino Ashley Cole hanno incontrato i giornalisti in conferenza stampa. Ecco le loro parole:

Cole, com’è l’Italia? Come sarà giocare contro Lampard?
“Sarà bello vedere Joe Hart e Lampard, non mi sarei aspettato di giocare contro di lui e sarà bello se saremo scelti entrambi per scendere in campo”.

Quali differenze ci sono tra Italia e Inghilterra?
“Amo l’Italia, i giocatori sono diversi tecnicamente perché giochiamo molto veloci e il nostro allenatore è molto bravo, ci incita a giocare bene e mi piace molto. Mi piace la Premier ma anche dove sono”.

Sei sorpreso che Lampard ha cambiato squadra?
“Non proprio, sappiamo che il City è una grande squadra, e quando ha segnato contro il Chelsea ha fatto il suo lavoro”.

Garcia, qual è il messaggio che da alla squadra prima della partita?
“Noi abbiamo tre punti e abbiamo iniziato bene e questi tre punti ci danno la possibilità di giocare bene. Prima del sorteggio tutti pensavano che la Roma doveva perdere su questo campo invece siamo tranquilli e loro hanno più da perdere rispetto a noi”

Cole, hai giocato la Champions league con il Chelsea. Possono fare bene in questa competizione Roma e Man City?
“Speriamo di si il City ha giocatori molto forti per alcuni giocatori della Roma questa sarà una grande esperienza. Speriamo di fare bene”

Com’è visto il City in Europa?
“Non lo so, forse è meglio chiedere al mister. In Europa tutti sanno quanto è grande il City, sono stati campioni con grandi giocatori quali Touré, Aguero e adesso Lampard, sono conosciuti in tutto il mondo. Vedremo come va”.

Garcia, questo è un girone di ferro e lo dicono tutti. Il ruolo di terzo incomodo è conveniente per la Roma? Inoltre, questa che sfida è per lei?
Non dimentichiamo che non eravamo nella terza ma nella quarta urna. Questo vuol dire che siamo degli outsider, visto che ci sono i campioni di Germania e Inghilterra. Abbiamo questo ruolo di outsider ma questa cosa ci dà tanto orgoglio per dimostrare che la valutazione della nostra squadra può essere più alta. Non c’è nessuna sfida personale, solo una sfida da giocare. L’ho già detto dopo l’ultima sfida in campionato, dobbiamo essere protagonisti e non spettatori di questa squadra. Sappiamo che sarà dura ma farò di tutto per renderla dura anche per il City

Cole, qual è la tua reazione alle parole di Ferdinand?
Sono qui per parlare di calcio, nient’altro

Garcia, tolto l’Empoli, in Italia trovate sempre squadre chiuse che non vogliono darvi spazi. Il Cska vi ha lasciato spazio e si è visto come è finita, cosa si aspetta dal City? Pressing o che vi aspettino anche loro?
Non ha detto niente il loro allenatore nella conferenza stampa? E’ una squadra di possesso anche il City, lo abbiamo studiato. Hanno la possibilità, con i loro giocatori importanti, di accelerare il gioco con il loro possesso quando creano o trovano spazi. Domani vedremo che atteggiamento avrà il City ma dovremo essere pronti a rispondere a tutti gli atteggiamenti. C’è la fase difensiva su cui dovremo essere molto organizzati per recuperare la palla e gestirla bene. Sono sicuro che avremo il nostro momento domani e lo dovremo sfruttare al meglio.

Se domani vincete pensate che sarà una sconfitta totale per il City?
Garcia: “Non sarà finito il girone domani è solo la seconda partita come ho detto all’inizio noi abbiamo tre punti se domani saremo in grado di avere più punti alla fine della partita sarà un passo interessante per la qualificazione ma in caso di esito negativo, al quale non voglio neanche pensare, ci saranno ancora dodici punti in palio”
Cole: “Certo sarebbe più difficile per loro ma non sarà facile domani. Una vittoria ci metterebbe sicuramente in una posizione migliore”

Garcia, come sta De Sanctis? Meglio giocare senza centravanti col City?
“Per Morgan valuteremo domani, è un affaticamento muscolare ma bisogna vedere se è al 100%. Non parlo della formazione”.

Cole, abbiamo visto che sei più cauto nell’attaccare, è perché ti devi ancora adattare?
“E’ perche sono più vecchio. Il sistema è tutto nuovo e mi devo abituare, più gioco e prima mi adatterò”.

Garcia, dopo questa paartita ce ne sarà un’altra grande in campionato. E’ più difficile da preparare?
“Le partite di Champions sono facili da preparare perché non ho bisogno di motivare la squadra, i giocatori saranno al massimo. La buona notizia sul calendario è che avremo quasi una settimana per preparare la prossima di campionato. Domani possiamo dare tutto in campo, ho detto che non facciamo nessun calcolo”.