Pagine Romaniste (F.Biafora) – Umberto Gandini, amministratore delegato della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni in vista della sfida contro l’Atletico Madrid, match valido per la prima giornata di Champions League. Queste le parole dell’ad ai cronisti presenti a Palazzo Manfredi:

Come vede questa prima partita? Di Francesco ha detto che è già decisiva per il futuro della Roma…
Sono tutte partite molto importanti e tutte decisive. Iniziare in casa con l’Atletico Madrid è un ostacolo molto ostico, ma, come diceva Eusebio, è fondamentale per noi partire con il piede. Sulla carta questo è un girone molto difficile, ma anche molto equilibrato. Quindi partire bene è molto importante.

La qualificazione passa dalle partite all’Olimpico?
Dipende da un po’ di cose e da quello che faranno gli altri. Sicuramente è un girone dove ci sono tre squadre, Chelsea, noi e l’Atletico Madrid, che hanno potenzialità per rubarsi punti a vicenda. Vediamo stasera come andrà, ma si presume che il Qarabag sia la squadra meno attrezzata a questi livelli. Però, come dicevo, è sicuramente un girone che sulla carta è molto equilibrato. Sarà importante partire bene.

Che effetto fa la Champions della Roma senza Totti in campo?
Tutte le cose passano. Come sapete, Francesco è con noi in un nuovo ruolo, si trova molto bene e siamo molto contenti che condivida questo percorso con noi. Certo, è diverso, certo, ma abbiamo le carte in regola per fare bene.

A pranzo con l’Atletico parlerete anche di mercato? C’è Gimenez nell’Atletico…
No, assolutamente no. Ci vediamo con il presidente Cerezo e con gli altri, ma non credo che il mercato faccia parte di questo pranzo.