Il Tornatora

Fonseca, la Roma è già tua

di Redazione

Paulo Fonseca, dal suo arrivo nella Capitale, si è tuffato immediatamente nel lavoro e ha iniziato a costruire la sua Roma. Con poche parole e tantissimo campo. Tra i meriti del tecnico c’è quello di aver lavorato anche personalmente sui nuovi acquisti, chiamandoli quasi tutti (è successo con i vari Pau Lopez, Diawara, Mancini e Spinazzola) per spiegargli il suo calcio e quanto lui credesse in loro. È l’aspetto psicologico del suo lavoro, che poi ha trovato terreno fertile anche nell’andare a convincere Dzeko nel restare in giallorosso e concedere una chance a Pastore oltre al valorizzare giocatori come Zaniolo e Under. Il portoghese ha conquistato tutti dentro Trigoria anche con la sua dedizione al lavoro. Studia calcio tutto il giorno, lo analizza insieme al suo staff, cerca sempre soluzioni nuove e diverse. Ha voluto un programma di avvicinamento al campionato che andasse dal morbido al duro, dalle squadra di basso livello a quelle di alto profilo. Anche questo è stato studiato a tavolino, per cercare di ricreare le condizioni ideali intorno alla squadra con i risultati. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.