Fonseca: “Ho sempre sentito l’appoggio del presidente. Abbiamo parlato anche oggi. Contusione per Dzeko, domani non ci sarà” – VIDEO

Pagine Romaniste – Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita contro lo Spezia. Queste le sue parole:

Domani una partita molto delicata dopo al sconfitta con lo Spezia. Come arriva lo spogliatoio? C’è in ballo il suo futuro?

Io ho sempre sentito l’appoggio del Presidente in tutto questo tempo che sono qui, ho sentito sempre l’appoggio. Anche oggi abbiamo parlato e ho sentito di nuovo l’appoggio. Per me questa non è una questione.

Questione Dzeko, domani punterà su di lui? O C’è qualcosa che non va? Può fare chiarezza?

Sfortunatamente abbiamo qualche problema con i giocatori della squadra, Pedro non sta bene, Mkhitaryan è in dubbio e Dzeko ha avuto una contusione nella partit. Ieri ha sentito un fastidio e non sarà pronto. Il mio rapporto con lui? Dzeko non può giocare, sono concentrato per la partita di domani. Mi focalizzo sui calciatori che saranno pronti.

Come è possibile che nello staff di una squadra di livello come la Roma non ci fosse una sola persona che conoscesse il regolamento sulle sostituzioni? Lei non lo pretende dal suo vice e dai collaboratori?

Sì è vero, dobbiamo tutti sapere le regole. Il problema è che le regole cambiano sempre tutti gli anni e abbiamo altre competizioni in cui questo è possibile farlo. Non voglio scappare dalla mia responsabilità ma penso che ora è tempo di pensare alla partita con lo Spezia.

Conferma o smentisce le voci sul dopo partita contro lo Spezia? Può raccontare cos’è successo con Dzeko?

Io sono qui da un anno e mezzo e conosco come funzionano le cose. Quando non vinciamo, tutto quello che si può dire di male su una squadra arriva qui, ma devo dire una cosa: io non voglio contribuire a questa speculazione.

Sente che la squadra sia dalla sua parte?

Si, lo sento.

Se dovessero cambiare le dinamiche sarebbe pronto a dimettersi?

Questo è un progetto nuovo, con un Presidente nuovo. Ci possono essere delle difficoltà con il tempo, dobbiamo crescere con queste difficoltà. Non sono il tipo di persona che si arrende.

Sull’espulsione di Pau Lopez c’è un errore generico grave, da cosa dipende?

Nel calcio se non ci fossero errori non ci sarebbero i gol. Quello che è importante dire è che noi analizziamo sempre quello che facciamo e lavoriamo tutti i giorni a Trigoria per migliorare.

Sul mercato: la dirigenza sta seguendo le sue indicazioni? In che percentuale è coinvolto?

Come ho detto sempre stiamo lavorando tutti insieme per cercare le soluzioni migliori per migliorare la squadra: io, Tiago Pinto, il presidente e Ryan.

Come stanno Pedro e Mkhitaryan?

Pedro non può giocare, Miki proviamo oggi. Abbiamo questo dubbio. Vediamo domani come sarà l’allenamento e decideremo.

Negli ultimi tempi le viene imputato di non leggere le gare in corso. Come risponde? Quanta responsabilità hanno i calciatori che non cambiano passo?

Quando vinciamo non c’è nessun problema, quando perdiamo si parla di questo tipo di questioni. Ogni partita è diversa. Devo capire bene quello che accade al momento e decidere. Io sbaglio come sbagliano tutti.

Borja Mayoral ha ricevuto alcune critiche dopo lo Spezia, come l’ha visto negli ultimi giorni?

Per me Mayoral ha fatto una grande partita, ha partecipato al gioco. Vero che ha sbagliato, ma non dobbiamo dimenticare che è un giovane. Sta lavorando bene per la squadra, il gol viene con naturalità.

Quale Spezia pensa di vedere domani?

Lo Spezia è una squadra con identità propria, non penso cambierà. Squadra difficile, vuole avere sempre la palla. Stiamo preparando la partita per poter vincere domani.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A