Voi siete il vero dodicesimo uomo. La vostra passione è unica, mi avete fatto venire i brividi. In tanti anni di carriera non ho mai sentito un sostegno così forte e una emozione del genere. Nel calcio tutto può succedere, ma faremo tutto per rendervi orgogliosi di noi. Grazie di cuore a tutti!”. Firmato: Paulo Fonseca. Il tecnico portoghese ha vissuto il suo primo derby, il 1 settembre, quasi senza accorgersene. Era appena arrivato in Italia, il campionato era soltanto alla seconda giornata. Adesso è italiano quasi come gli italiani. Di più, quasi romano come i romani. Grande l’emozione per l’invasione dei tifosi a Trigoria, per rincuorare la squadra prima della sfida alla Lazio lanciatissima. “La mia intenzione è sempre la stessa: giocare per vincere. Qui in Italia è sempre difficile vincere, sia contro la Spal o contro la Juve. Per me la cosa più importante è avere ambizione e coraggio, contro qualunque avversario, e sono orgoglioso della mia squadra perché li ho visti anche nelle sconfitte”. Lo riporta il quotidiano Corriere della Sera.