Il Tornatora

Fonseca adesso non vuole errori

di Redazione

La Roma è a caccia della terza vittoria consecutiva per presentarsi al meglio al big match contro l’Inter. A Verona è chiamata a confermare le ultime due buone prestazioni, soprattutto in fase difensiva. Fonseca si affiderà in particolare a Under che ha disputato la sua ultima partita da titolare contro la Lazio. Una volta smaltito il problema muscolare ha fatto fatica a ritrovare il posto, penalizzato dall’esplosione di Zaniolo e alla costanza di Kluivert, pupillo del tecnico. L’assenza dell’esterno azzurro, però, permetterà al turco di ritrovare una maglia dal primo minuto. Accanto a lui ci saranno ancora una volta Pellegrini e lo stesso Kluivert che è in vantaggio si Mkhitaryan pronto a dimostrare tutte le sue qualità. Il peso dell’attacco sarà invece sulle spalle di Dzeko, andato in gol in sei occasioni quando ha giocato con Pellegrini. Out dall’undici inziale Pastore a causa della forte botta all’anca subita, è anche a rischio convocazione. L’unico cambio rispetto ad Istanbul sarà Spinazzola che è in vantaggio su Santon. I dirigenti della Roma, in primis Pallotta, aspettano la prossima settimana per importanti sviluppi sul possibile ingresso di Friedkin all’interno dell’azionarato. Gli advisor del magnate texano stanno completando la due diligence e sull’asse Roma-Boston si aspettano entro pochi giorni la manifestazione d’interesse. Lo scrive Il Tempo.