Il Tornatora

Florenzi: “Il tifoso si aspetta sempre che la squadra vinca, i fischi sono meritati. Non dobbiamo abdicare a favore della Juve”

di Redazione

FLORENZI 1 ROMA FIORENTINA

Queste le parole di Alessandro Florenzi, esterno della Roma, dopo il pareggio per 0-0 all’Olimpico con il Parma:

FLORENZI A MEDIASET

“Dovevamo sfruttare meglio l’occasione. Pensavo al perché non ci sblocchiamo: abbiamo un granello di sabbia negli ingranaggi, basta toglierlo per ingranare e tornare quelli di prima. Dobbiamo migliorare diverse situazioni di gioco noi giocatori, facendo meglio quello che ci chiede il mister. Personalmente i fischi fanno male, ma oggi erano più merita rispetto ad altre volte”.

FLORENZI A SKY

37 punti di differenza tra voi e il Parma ma non si è vista…
Non so che partita hai visto. Io ho visto 20 tiri a zero quindi non mi è sembrato che non abbiamo creato niente.

Però non riuscite a trovare il gol…
Sì, in questo dobbiamo migliorare. Dobbiamo prendere di più la porta e fare gol.

A te piace giocare come terzino destro? E’ stata la tua migliore prestazione?
Non lo so se è stata la mia migliore prestazione, non tocca a me giudicare. Però è un ruolo che giorno dopo giorno piace sempre di più.

Cosa manca quando manca Totti?
Abbiamo pareggiato anche con lui però dà un gioco diverso alla squadra, Doumbia gioca più negli spazi. Comunque presto ci riprenderemo e torneremo quella macchina dell’anno scorso.

Ma da ala segnavi di più…
Al momento sono confuso, non so più qual è il mio ruolo!

Parla con nonna…
Sì, me sa che me tocca parlà co’ nonna (ride, ndr).

Perché sei confuso?
Sono un jolly, ed è difficile. Sono il primo tappabuchi, nel senso buono, ma non me la prendo per questo.

I fischi del pubblico?
Oggi i fischi forse erano più che giusti. Dovevamo vincere quindi rispetto alle altre volte sono più giustificati.

Che spiegazione si è dato a questo momento?
Siamo sotto ritmo, l’anno scorso le squadre venivano qui con paura, li aggredivamo subito. Quest’anno no, vengono qui e giocano senza paura. Il problema è che siamo sotto ritmo.

FLORENZI ALLA RAI

Dal 30 novembre la Roma non vince in casa, squadra giù di tono…
Non siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo, loro si sono messi tutti dietro. Noi dovevamo sfruttare le occasioni che abbiamo avuto e non ci siamo riusciti.

Un pareggio che può offrire una grande occasione alla Juve…
La Roma è abituata a fare grandi rimonte, ricordo quella con l’Inter quando aveva 14 punti di distacco e in 10 partite gli riprese tutti quei punti. Non dobbiamo abdicare.

I fischi dell’olimpico…
Un tifoso si aspetta sempre di vincere. Oggi i fischi forse più di altre volte sono meritati.

Vi dovete svegliare?
Speriamo che la sveglia suoni presto.

FLORENZI A ROMA TV

Nainggolan ha detto che qualcosa non funziona…
Sono d’accordo con ciò che ha detto Radja, abbiamo un granello di sabbia nel nostro ingranaggio, stiamo cercando di capire qual è per tornare la macchina perfetta dello scorso anno.

In un momento particolare, in una stagione in cui si doveva lottare con la Juve, com’è il vostro approccio mentale?
Mentalmente non dobbiamo cambiare una virgola e cercare di fare il nostro gioco, che proviamo negli allenamenti.

I giovani la nota positiva…
La freschezza dei giovani mista all’esperienza può portare grandi frutti, ma dall’altra parte dobbiamo continuare a fare un gol in più dell’avversario, cosa che non ci riesce in questo momento.

Si parla ancora di un blocco psicologico post-Bayern…
Sono passati 4 mesi, mettiamocelo in testa. Non può essere che una partita cambi una stagione, non mi trovo d’accordo.

Da quando è entrato Verde hai spinto di più…
Forse avendo messo la seconda punta aveva il compito di stare più largo e mi aiutava per fare il gioco 2 contro 2 e dava più spinta, tutto qui.

Ora il Feyenoord…
Ora subito testa al Feyenoord e vogliamo subito portare a casa una vittoria, per i tifosi e per dimostrare che la Roma c’è e non molla niente.