Florenzi: “Ho corso per la squadra, vittoria meritata, la dedico ai tifosi. Speriamo di esserci a giugno al primo posto. Basta con questa storia del ruolo”

di Redazione

florenzi

Alessandro Florenzi, terzino della Roma, è stato intervistato durante il corso del post partita di Fiorentina-Roma. Queste le sue parole dopo la vittoria per 2-1:

FLORENZI A SKY

Anche stasera ha scaricato il contachilometri…
Ho corso per la squadra, abbiamo fatto una partita di grande sacrificio, guardate Edin che alla fine è rimasto anche da solo. Vittoria meritata.

Oggi grande aiuto dell’attacco…
Grande lavoro, i nostri primi difensori devono essere gli attaccanti e poi nelle ripartenze sono due fenomeni.

Ti ha ringraziato Gervinho?
Si non c’è problema, speriamo faccia tanti gol.

Ti aspettavi che Salah resistesse alla pressione?
Siamo giocatori dobbiamo resistere, peccato per il rosso che non ho visto perché ero girato.

Segni sempre e la Roma al primo posto cosa provi?
Emozione c’è e speriamo di esserci a giugno.

In questo momento chi temete di più?
6-7 squadre possono ambire allo scudetto, noi dobbiamo fare il meglio possibile per portare a casa le partite.

Sai fare tutti i ruoli, non ti senti sacrificato?
No, basta con questa cosa.

FLORENZI IN MIXED ZONE

“Non abbiamo avuto paura dell’avversario, come penso si sia visto stasera. Anche se abbiamo avuto un atteggiamento leggermente difensivo dopo i due gol, però siamo ripartiti sempre alla grande, secondo me è stata una vittoria meritata”.

Ti ho visto festeggiare molto sotto il settore ospiti. Quanto è bello sentire i tifosi che cantano per 90’?
Oggi questa vittoria va anche a loro che sono venuti qui, che hanno riempito il settore. L’auspicio è che possano riempire sempre l’Olimpico, anche se so che ci sono delle difficoltà. Come ha detto anche De Rossi prima di Empoli, ci vuole equilibrio tra le due cose, ma stasera li abbiamo sentiti. Erano 2500 contro 28mila, e li abbiamo sentiti più di loro, almeno io li ho sentiti più di loro. Spero quindi di fare una buona azione per loro, di dirgli di venire allo stadio perché ci servono, penso che si sia visto anche stasera. L’esultanza dopo la vittoria era perché abbiamo avuto 90’ difficili. Giocavamo contro una squadra forte e abbiamo vinto 2-1, quindi c’era bisogno di festeggiare e volevamo soprattutto festeggiare con loro. Speriamo che le prossime vittorie che festeggeremo, magari subito da mercoledì, ci saranno tanti tifosi in curva Sud a sostenerci.

C’è un aspetto su cui pensi dobbiate migliorare? A 30 secondi dalla fine è arrivato il gol, capita spesso…
Sì, capita purtroppo spesso. Stiamo lavorando per cercare di prenderne sempre di meno e speriamo che questo avvenga molto presto, anche se oggi abbiamo preso gol al 94’, dopo che la Fiorentina aveva messo 5 attaccanti, quindi ci può pure stare che giochi un po’ più dietro e che ci siano queste fasi di gioco concitate in cui devi soffrire e magari l’avversario trova il gol. Pensiamo a lavorare, pensiamo subito alla gara di mercoledì che sarà fondamentale per noi.

Quant’è stato caricato Salah dai fischi?
E’ stato un professionista grande, ci ha dato una grande mano oggi.

È stata una grande partita anche a livello psicologico. Cosa vi siete detti dopo il pareggio con il Bayer? Come avete reagito?
Abbiamo semplicemente detto di cancellare quegli ultimi 4 minuti, se avessimo fatto bene quei 4 minuti… cosa che oggi è successa, anche se abbiamo preso gol al 94’ abbiamo vinto una partita meritata.