Il Tornatora

Figc, Lotito pensa all’autocandidatura alla presidenza

di Redazione

La Figc non ha ancora scelto il successore di Carlo Tavecchio, dimessosi dopo l’eliminazione dal playoff mondiale dell’Italia contro la Svezia. Come riferisce La Repubblica, Claudio Lotito, braccio destro dell’ex numero uno della federazione e patron della Lazio, non sarebbe convinto dalle soluzioni rappresentate da Damiano Tommasi e Cosimo Sibilia e starebbe pensando di autocandidarsi alla presidenza. Questa idea però non sarebbe permessa dallo Statuto federale. Secondo l’articolo 29/3  infatti una carica in una società è incompatibile con un incarico federale.